domenica 23 giugno 2019

JVL presenta: “To Re Or Not To Re”

Il progetto “TO RE OR NOT TO RE?” by JoeVelluto, realizzato con la collaborazione con Teraplast SpA, è stato presentato in occasione di “Ro Plastic Prize”, prima edizione del concorso di Rossana Orlandi durante il Fuorisalone 2019 - nella categoria PROGETTI DI INNOVAZIONE CONSAPEVOLE – lanciato per sfidare e ispirare la comunità del Design a pensare in modo diverso alla tematica dell’utilizzo, smaltimento e riutilizzo della plastica.

Nato per poter sensibilizzare il pubblico sul tema del riciclo e del rispetto per l’ambiente, “TO RE OR NOT TO RE?” è una concreta innovazione di processo di riciclo al 100% della plastica post-consumo.


Nell'immaginario collettivo, quando si parla di plastica, che sia riciclata o meno, si incappa sempre nei soliti preconcetti e luoghi comuni: la plastica è cheap, quella riciclata è brutta, la plastica inquina, è dannosa, ecc. Sta diventando cioè una sorta di nemico della nostra vita, ma allo stesso tempo, essa è talmente presente nella nostra quotidianità che non potremmo mai farne a meno.

La domanda che sorge spontanea quindi è: “Riciclare o non riciclare?”. La risposta è altrettanto diretta, ovvero: “Si, riciclare!”. Ma come? Questo “come” è il punto di partenza del nostro progetto. La maggior parte della plastica cosiddetta “riciclata” proviene in realtà dagli scarti di produzione di oggetti prodotti con polimeri plastici, mescolati a granuli di plastica “pura”. Il risultato è un nuovo prodotto che non può essere considerato realmente riciclato!

Il progetto “TO RE OR NOT TO RE?” utilizza il vaso RE-POT (by Teraplast) prodotto con la plastica POST CONSUMO, ovvero tutta quella plastica che si trova nella raccolta differenziata dei comuni cassonetti della spazzatura, selezionata e suddivisa per gamma cromatica ed è un’esortazione al riciclo, quello vero!.”

Il design al servizio dell’ambiente!

Per maggiori informazioni: www.joevelluto.it - www.jvl.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...