domenica 23 settembre 2018

Relais & Châteaux, vi invita a conoscere le sue nuove dimore nel Mondo

La famiglia dà il benvenuto a nuovi Associati in Europa, Asia, nelle Americhe, in Marocco arrichendosi di una nuova destinazione, la Bulgaria. Tra i nuovi ingressi anche una nave al largo delle Galapagos, la M/V Origin, e il Serge Vieira di Chaudes-Aigues (Francia) che con 3 camere è il più piccolo Relais & Châteaux del Mondo.

Si arricchisce il portfolio di Relais & Châteaux, collezione esclusiva di oltre 560 prestigiosi hotel di charme e ristoranti gourmet. Sono 21 le Dimore che questa estate hanno potuto esporre sulla propria porta la celebre targa con il fleur de lis, che ne attesta l’ingresso nell’Associazione.


Un simbolo che non è solo garanzia di vivere un’esperienza unica, coccolati da altissimi standard di servizio e in un luogo di rara bellezza, ma soprattutto un riconoscimento della piena adesione ai valori dell’Associazione: ogni casa racconta la storia e la cultura del suo territorio, ne tramanda le tradizioni e si impegna a rispettare e preservare l’ambiente circostante.

Una visione che trova conferma nella parole di Philippe Gombert, Presidente Internazionale di Relais & Châteaux: “Ogni chef, albergatore o ristoratore che entra a fare parte della famiglia Relais & Châteaux deve prima di tutto avere passione per il proprio lavoro. I nostri Associati hanno valori solidi, e si spendono in prima persona per trasmetterli ai loro ospiti e valorizzare la cultura locale”.

AFRICA
Il giardino del Mediterraneo si impreziosisce di un vero e proprio tempio del benessere, il Tikida Golf Palace, Agadir (Marocco). Un hotel e Spa immerso nel cuore di una foresta di eucalipti, di fronte alla riserva naturale della regione di Souss-Massa-Draâ. Le 49 camere e le 5 suite dell'hotel offrono una vista eccezionale sulla splendida piscina o sui 120 ettari di campo da golf da 18 buche. Le meraviglie continuano sulla tavola, con un menu a base di straordinarie specialità marocchine. 
 
EUROPA
Con l’ingresso del Ristorante André Tokev la mappa dell’eccellenza si arricchiesce di una nuova destinazione, Sofia (Bulgaria). Il suo omonimo chef, membro della giuria del Bocuse d'Or e fondatore dell'associazione bulgara degli chef professionisti, si distingue per la sua cucina moderna e creativa che riflette perfettamente le sue esperienze e la sua cultura internazionale. Gli interni del ristorante, situato in un'antica dimora aristocratica, sono il riflesso della sua cucina: bella e raffinata.

6 nuovi Associati e 5 stelle Michelin arricchiscono anche l’eclettico ventaglio francese. Vivere un’esperienza da reali in un contesto familiare è possibile presso il Château de Fonscolombe a Le Puy Sainte-Réparade, monumento storico del XVIII secolo nel cuore della Provenza che produce il proprio vino biologico. Nel suo parco vivono diverse specie di animali e il ristorante L’Orangerie utilizza solo prodotti del suo orto o forniti da piccoli produttori locali: qui l’art-de-vivre abbraccia la natura e la trasforma in un’esperienza unica.

Il vino è protagonista anche a Château Lafaurie-Peyraguey a Bommes, nella regione del Sauternais, dove il suo celebre Grand Cru Classé 1855 divide la scena “country- chic” con il cristallo: la Dimora, che racchiude un ristorante gourmet e un hotel di charme, è una delle nuove proprietà della Maison Lalique.

Sorge nel cuore della campagna anche l’En Marge (1 stella Michelin) di Aureville, hotel-ristorante con 5 suite costruito sulle fondamenta di una fattoria del 19° secolo: un'assoluta delizia per gli appassionati di picnic che possono scegliere di pranzare all’aperto con i "Fields Package" e gli "Chef's Basket" preparati da chef Franck Renimel con un mix di prodotti locali e stagionali.

Situato su un’isola privata nella laguna di Saint-Cyprien, l'hotel Île de la Lagune è la nuova destinazione relax sul mare con vista sui Pirenei: tra i suoi plus un centro di talassoterapia, una grande piscina esterna riscaldata di acqua salata e due ristoranti gourmet uno dei quali, L’Almandin, ha ricevuto la sua prima stella Michelin nel 2018.

Completano il panorama stellato francese il Ristorante Greuze (1 stella Michelin) a Tournus, dove lo chef Yohann Chapuis porta sulla tavola i sapori e i prodotti locali della Borgogna accompagnati da una eccezionale lista di vini, e il Serge Vieira (2 stelle Michelin) di Chaudes-Aigues. A 1000 metri sopra il livello del mare e circondato da pascoli e campi di fiori selvatici, è il più piccolo Relais & Châteaux fino ad oggi con solo 3 camere, ciascuna ispirata a un fiore regionale. Chef Serge Vieira crea piatti ispirati dai sapori locali ed è impegnato in prima persona nella diffusione della sua peculiare visione moderna ed ecologica di cucina. 
 
Proseguendo verso l’Austria troviamo il Ristorante Amador (2 stelle Michelin), recente apertura della star della gastronomia Juan Amador a pochi passi dal centro storico di Vienna. Le sue radici spagnole sono esaltate dalla sua originale cucina servita sotto le volte in pietra di questa suggestiva cantina.

Il legame con la storia è il filo conduttore che accomuna tutti i nuovi ingressi nell’Europa Centrale e del Sud.

Il Weissenhaus Grand Village Resort & Spa a Wangels (Germania) è stato ricavato all’interno di un antico maniero classificato come edificio storico. Affacciato sul Mar Baltico, questo lussuoso resort coniuga il lusso di un castello allo charme di una casa di campagna, e ospita ben tre ristoranti di cui uno stellato (1 stella Michelin). Anche l’Hotel Franq di Anversa (Belgio) sorge in un edificio neo classico che fu sede di una banca; tra le esperienze da non perdere, la visita al cavueau trasformato in cantina e la rara opportunità di gustare il dessert "This is Not a Orange", vincitore del premio Prosper Montagné nel 2010.

Più a nord, a Maastricht, si incontra Château Neercanne, l'unico castello terrazzato dei Paesi Bassi che si è meritato un posto nella lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Mentre lo sguardo si perde all‘orizzionte, il palato viene sorpreso dalla cucina franco-olandese di Gilbert Von Berg (1 stella Michelin), ispirato interprete dei sapori del territorio. La storicità di Bath, città patrimonio mondiale dell'UNESCO, e il benessere garantito dall’unica Spa L'Occitane di tutto il Regno Unito, sono i tratti che rendono unico il Bath Priory Hotel.

Circondata da quattro acri di splendidi giardini e ampie terrazze, questa magnifica villa promette esperienze deliziose a tutti i suoi ospiti, grazie anche a menu degustazione vegetariani e vegani. Completa la collezione dei nuovi ingressi nel Vecchio Continente l’Heritage Hotel nel centro di Madrid; i cocktail 5 stelle serviti sulla sua terrazza sono un’attrazione imperdibile per chi vi soggiorna, insieme alla vista spettacolare e al servizio di alta qualità.

AMERICA
Scoprire le Isole Galapagos (Ecuador) a bordo della nave da crociera M/V Origin è un’esperienza davvero unica. Oltre ad offrire agli ospiti la possibilità di fare sport e scoprire le bellezze della regione da un punto di vista privilegiato, la M/V Origin promuove il turismo sostenibile limitando le emissioni di carbonio e gestendo un fondo dedicato alla protezione della biodiversità dell'isola. 
 
ASIA
Relais & Châteaux continua a crescere anche in Oriente con l’ingresso di tre nuove dimore in Cina, due in India e una in Thailandia. Il Dreamland Resort sorge a Wanshan Island, suggestiva isola tra le montagne e il mare. Il rispetto per lo straordinario paesaggio e per il territorio è la linea guida che ha dettato lo sviluppo di questo eco-friendly resort: la sua architettura ultramoderna è progettata per fondersi nell’ambiente circostante, e sostiene i pescatori dell'isola attraverso l'uso di prodotti esclusivamente locali, con il pescato del giorno totalmente lavorato dagli chef prima di essere servito sulle tavole degli ospiti. Spostandosi dalla costa verso Shanghai, si resta colpiti dall’imponenza dell’edificio storico degli anni 30 che ospita il ristorante Ji Pin: circondato da un rigoglioso giardino, è uno scrigno discreto dove assaporare in tutta tranquillità il meglio della cucina cantonese, accompagnata da una selezione di vini della cantina che vanta oltre 4.000 etichette internazionali. Il ristorante Tate Dining Room di Hong Kong è la casa di chef Vicky Lau (1 stella Michelin), fautore di una cucina franco-giapponese creativa sintetizzata da un poetico menu di 8 portate. I piatti sono realizzati con prodotti locali di stagione e abbinati a vini eccezionali. 
 
Nella mistica India Relais & Châteaux dà il benvenuto al Coco Shambhala Villa Hotel a Sindhudurg, un intimo rifugio in un giardino tropicale di sole 4 ville, ciascuna con la propria piscina a sfioro con vista sul mare. Il resort è stato progettato con criteri di sostenibilità: i tetti sono realizzati con le tradizionali tegole di terracotta e i mobili in legno di cocco, e la struttura facilmente trasferibile non ha richiesto interventi invasivi sull’ambiente preservandone l’integrità paesaggistica. Gli ospiti possono degustare in camera le creazioni realizzate a base di erbe e verdure coltivate in loco dallo chef Shagun Mehra, uno dei migliori sommelier del paese. A questa splendida dimora si unisce il Dev Shree Deogarh, situato sulle rive del Lago Ragho e costruito nello stile unico “halaveli” del Rajasthan. La convivialità è il tratto distintivo di questa casa: non di rado, ospiti e proprietari dividono la tavola ai pasti. Il modo più autentico per scoprire la regione è salire su un treno locale che si arrampica sulle Aravalli Mountains fino all’altopiano del Khamblighat: un’esperienza davvero indimenticabile. 
 
Completa la collezione in Asia lo splendido Hotel Rachamankha (Thailandia); costruita con tecniche artigianali e decorata con oggetti d'antiquariato, sembra accogliere da secoli i visitatori che passano per il cuore storico della suggestiva Chiang Mai: è la Dimora perfetta per immergersi nella ricchezza del patrimonio tailandese, godendo della raffinatezza dell’hotel.

Per maggiori informazioni: www.relaischateaux.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...