domenica 18 marzo 2018

Snaidero, a Eurocucine 2018

Cultura del Progetto intesa come ricerca di qualità decisamente tangibili, autentiche, inedite in ambienti domestici che vogliono essere e raccontare la passione di Snaidero per l’eccellenza progettuale: sarà questo il filo conduttore della proposta per la prossima edizione di Eurocucina 2018.

Ben cinque progetti con quattro Designers diversi, tutti espressione di quello splendido quanto straordinario talento creativo Italiano che, combinato con l’esperienza e la capacità trasformativa di Snaidero, vogliono affermare il carattere distintivo di un marchio con oltre 70 Anni di storia, capace, da sempre, di sperimentare, innovare a tutto campo e rompere gli schemi.


Snaidero e Pininfarina: ancora un progetto per stupire
Due marchi, protagonisti della storia del design industriale Italiano, stupiscono ancora con un progetto che fa del segno e della tecnologia le linee guida estetiche e stilistiche. Un progetto ad alto impatto estetico accompagnato da una grande ricerca sui materiali e da un ampio utilizzo della tecnologia in cucina. Una proposta esclusiva e raffinata dedicata a quel pubblico che ama lo status symbol rappresentato da un oggetto esclusivo dello spazio cucina, così da renderlo espressione della propria personalità e del proprio modo di vivere la domesticità.

Snaidero e Marcon: nuova vita al classico di memoria
Hera, il nuovo progetto di Michele Marcon per Snaidero è chiara espressione dello stile “classico contemporaneo” ovvero quella progettazione che re-intepreta elementi che appartengono alla tradizione dell’arredo con una funzionalità ed un’estetica di raffinata modernità. Caldo, rassicurante, di memoria, il progetto si presenta con una classica anta telaio, declinata in chiave moderna grazie alla combinazione con dettagli d’ispirazione moderna.

Snaidero e Andreucci & Hoisl: la cucina che rivoluziona il concetto di spazio
Uno spazio liberato dall’eccesso dei segni, ispirato al rigore della geometria e basato su un attento studio delle modalità di utilizzo degli spazi operativi. Il progetto, segna l’inizio della collaborazione degli architetti Andreucci & Hoisl con il marchio e rappresenta un concept totale di progettazione degli spazi operativi, che enfatizza le capacità industriali di Snaidero, un concept di progetto prima che di stile, basato su ergonomia e funzionalità operativa intesa come sintesi di pochi dettagli perfetti, inconfondibili, tecnologici, in un perfetto equilibrio, per un vero timeless.

Snaidero e Iosa Ghini: classicità Neo-Chic
Eleganza e raffinatezza, calore e personalità: il progetto disegnato per Snaidero da Massimo Iosa Ghini è raffinata espressione di un immaginario domestico di tendenza neo-chic, che cita e riattualizza anche in chiave funzionale, alcuni elementi iconici della progettazione classica come l’anta telaio, interpretata con apertura con gola, e l’utilizzo di laccature lucide e opache per valorizzare con discrezione la preziosità delle superfici. Una cucina che parla un linguaggio di classe, con una visione molto internazionale.

Per maggiori informazioni: www.snaidero.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...