martedì 23 gennaio 2018

MCZ e Sergio Leoni, presentano i loro nuovi prodotti

Dal primo Gennaio 2018, in tutta Europa è entrato in vigore l’obbligo di esporre un’etichetta di efficienza energetica accanto alle stufe e ai camini in esposizione nei punti vendita.

Simile a quella che già da anni viene associata ai grandi elettrodomestici, l’Energy Labelling è un segnale importante di maturazione del mercato europeo della biomassa, nel quale l’Italia si conferma da anni uno dei principali protagonisti.
In Europa si vendono circa 1.500.000 apparecchi domestici all’anno, dove 1.110.000 alimentati a legna e 390.000 a pellet. Le vendite delle aziende Italiane coprono il 90% delle vendite europee di prodotti a pellet e il 15% degli apparecchi a legna (dati Aiel).
 
Come leggere la nuova etichetta. Ecco le informazioni che dovrà riportare la nuova etichetta:
nome o marchio del fornitore;
identificativo del modello del fornitore;
classe di efficienza energetica dell’apparecchio, secondo una scala da G a A++;
potenza termica diretta dell’apparecchio, ossia la potenza nominale, espressa in kW;
esclusivamente per le idrostufe e i termocamini, potenza termica indiretta, ossia la potenza rilasciata dall’apparecchio all’acqua dell’impianto. 
 
L’impegno di MCZ Group
 
MCZ Group, uno dei maggiori attori europei del settore della biomassa, che si impegna a realizzare prodotti di Design dall’anima tecnologica, attenti al rispetto dell’ambiente e della qualità dell’aria. Non è un caso se tutte le stufe e i camini a marchio MCZ e Sergio Leoni rientrano nelle più alte classi di efficienza energetica (A+ e A++), proprio a dimostrazione della serietà del lavoro di perfezionamento e ottimizzazione della combustione portato avanti da diversi anni. 
 
È dal 2016, inoltre, che entrambi i brand hanno lanciato novità di prodotto già conformi a Ecodesign 2022, una normativa molto rigorosa che dal 1° gennaio 2022 consentirà di acquistare nel mercato UE solo prodotti per il riscaldamento con un rendimento minimo garantito e prestazioni virtuose in termini di emissioni di particolato (Regolamenti UE 2015/1189 e 2015/1185). 
 
Di seguito, vi proponiamo alcuni esempi di prodotti al top per efficienza energetica.
 
Vivo 85 Hydro
Il termocamino a pellet Vivo 85 Hydro di MCZ rientra nella classe di efficienza A++. Offre performance rilevanti soprattutto per quanto riguarda efficienza ed emissioni. Scalda efficacemente sia l’acqua dell’impianto riscaldamento (termosifoni o impianto a pavimento), sia l’ambiente in cui è installato, tramite un’uscita d’aria molto discreta posta lungo la cornice inferiore. Si installa in modo semplice e veloce, sia da solo (foto a lato), sia abbinato al rivestimento Nobi (foto sotto), disponibile in acciaio effetto ruggine o verniciato white o bordeaux.
 
Club Hydromatic 16
Sempre in classe A++ anche la termostufa Club Hydromatic 16 di MCZ. L’ottimo scambio termico con l’acqua dell’impianto è combinato a una ventilazione performante, che permette di scaldare contemporaneamente i termosifoni e l’ambiente tramite ventilazione forzata.
È progettata per la massima praticità di utilizzo: un sistema automatico a raschiamento impedisce il deposito di cenere ed evita la pulizia giornaliera del focolare, mentre un cassetto cenere molto capiente consente lo svuotamento dai residui solo una volta alla settimana, anziché ogni due o tre giorni. 
 
Sissy PI
La stufa Sissy Pellet di Sergio Leoni, nella versione Hydro, vanta una classe energetica A++, celata da un rivestimento dalle linee semplici ed essenziali, realizzato interamente in ceramica finemente lavorata a mano e disponibile in più di quindici diverse tinte.
Permette di riscaldare l’intera casa allacciandosi ai termosifoni o all’impianto a pavimento. Le performance in termini di scambio termico sono elevate ed è anche possibile produrre acqua calda sanitaria, per ottenere la massima autonomia. 
 
Per Maggiori informazioni: www.mczgroup.com
 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...