sabato 29 ottobre 2016

Hotels.com, presenta i luoghi più strani per i Selfie

La “selfie mania” dilaga ormai ovunque: non c’è un luogo o momento della giornata che non calzi a pennello per un auto-scatto, da solo o in compagnia, con il proprio dispositivo mobile. Secondo Hotels.com Mobile Travel Tracker*, i nostri connazionali non riescono a non separarsi dal proprio dispositivo mobile neanche in vacanza: un italiano su dieci trascorre 5 o più ore al giorno al cellulare e il 32% posta foto sui social solo per farsi notare.

Hotels.com ha quindi realizzato una guida ai monumenti più strani in modo che possono fare da cornice al “selfie perfetto”: dall’Australia alla Norvegia, dal Belgio agli Stati Uniti, il mondo è pieno di folli installazioni per scattare un selfie che regalerà tanti “mi piace”.


THE BIG BANANA - Coffs Harbour, Australia
 Chiunque sia alla ricerca della banana più grande del mondo, può trovarla in Australia! Lunga 13 metri, alta 5 e larga 3, questa installazione in cemento armato, costruita nel 1964, è considerata l’attrazione turistica più grottesca di Coffs Harbour e una delle più strane del mondo. Il parco adiacente, inoltre, offre una serie di attrazioni sia per adulti che per bambini: dalla pista di pattinaggio su ghiaccio fino alla pista da sci artificiale. Chiunque stia programmando un viaggio nella “terra dei canguri” non può non programmare una tappa per un selfie divertente con la banana più grande del mondo!

Hotels.com suggerisce di soggiornare a Coffs Harbour presso il BreakFree Aanuka Beach Resort (4 stelle - a partire da € 101 per camera a notte**), confortevole hotel affacciato sulla spiaggia, a poca distanza dal Big Banana Fun Park.

LE SPADE NELLA ROCCIA - Stavanger, Norvegia
Gli appassionati di castelli e cavalieri non possono esimersi da una visita a Stavanger, gioiello medievale norvegese. I primi insediamenti in questa zona risalgono addirittura a 10.000 anni fa (subito dopo l’ultima glaciazione) e nel Medioevo questa cittadina affacciata sul Mare del Nord è diventata un importante centro economico e culturale. Appena fuori dalla città, nella località di Hafrsfjord, si trovano le celebri Spade nella Roccia. Queste tre imponenti spade non sono però un monumento a Re Artù: si tratta della commemorazione della Battaglia di Hafrsfjord, combattuta nell’ 872, che sancì l’unificazione del Regno di Norvegia sotto la guida di Harald Bellachioma. L’opera, ideata da un artista di Stavanger e forgiata in Italia, è quindi un simbolo beneagurante di pace.

Hotels.com suggerisce di soggiornare a Stavanger presso il Radisson Blu Royal Hotel (4 stelle - a partire da € 100 per camera a notte), lussuoso hotel con spa e piscina coperta, situato proprio nel cuore della città.

ATOMIUM - Bruxelles, Belgio
L’Atomium, situato nel parco Heysel di Bruxelles, è un imponente monumento costruito in occasione dell’ Esposizione Universale di Bruxelles del 1958 e non è altro che la riproduzione di una molecola di ferro 165 miliardi di volte più grande del normale. L’opera, progettata dall’architetto André Waterkeyn, ha un’altezza totale di 102 metri e un peso di oltre 2.400 tonnellate. La molecola è composta da 9 sfere, ciascuna delle quali ha un diametro di 18 metri, unite tra loro da tubi del diametro di 3 metri. L’Atomium è aperto al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 18; nella sfera più alta si trova un ristorante, mentre nelle altre vengono ospitate mostre scientifiche temporanee. Quest’opera, ancora oggi all’avanguardia, è il luogo perfetto per scattare una foto d’autore sfruttando le pareti lucide degli atomi.

Hotel.com suggerisce di soggiornare a Bruxelles presso l’Hotel des Galeries (4 stelle - a partire da € 117 per camera a notte), situato a pochi passi dalle Galeries Royales Saint-Hubert e vicino alle principali attrazioni della città.

IL BISONTE PIÙ GRANDE DEL MONDO - Jamestown, Nord Dakota
A Jamestown esiste un’area interamente dedicata al più imponente animale terrestre del Nord America: il bufalo. Proprio qui si trova la statua più grande al mondo dedicata a questo maestoso animale: è alta 8 metri, lunga 14, pesa più di 60 tonnellate ed è una riproduzione anatomicamente perfetta. L’opera, realizzata nel 1959 dallo scultore Elmer Petersen, è stata soprannominata nel 2010 “Dakota Thunder”. A poca distanza dall’attrazione sorge il National Buffalo Museum, interamente dedicato alla storia e all’importanza di questo animale. Proprio accanto al museo, i visitatori potranno incontrare una mandria di bufali in carne e ossa e farsi un selfie con il raro bufalo bianco.

Hotels.com suggerisce di soggiornare a Jamestown presso il Fairfield Inn & Suites Jamestown (2,5 stelle - a partire da € 87 per camera a notte), a pochi metri dalla I-94, con parco acquatico coperto.

Per maggiori informazioni: www.hotels.com


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...