lunedì 19 ottobre 2015

Zurigo, la capitale Internazionale dell’ Arte 2016

E’ stato presentato presso la Triennale di Milano alla presenza di Claudia Premoli di Zurigo Turismo, Nora Hauswirth di Manifesta 11, Adrian Notz di DADA (Direttore Cabaret Voltaire) e anche con la partecipazione di Elisa Canton, Console Svizzero con Delega ad Expo, un assaggio del ricchissimo calendario di appuntamenti artistici di Zurigo per il prossimo 2016.

Milano è stata scelta proprio come palcoscenico privilegiato di questa conferenza stampa vista anche l’importante presenza svizzera, e in particolare zurighese, in questi ultimi mesi proprio grazie ad Expo oltre che per la prossima apertura del Tunnel di Base del Gottardo, proprio nel 2016, che renderà le due città ancor più vicine sia per quel che riguarda il punto di vista geografico sia per il punto di vista artistico e anche culturale.


La vicinanza delle due città renderà molto facile ai visitatori Italiani di poter godere di un 2016 che vedrà l’arte prendere possesso di Zurigo. Gli appuntamenti in programma non saranno solo nelle stazioni, nelle strade e nelle piazze, ma oltre che nei già noti luoghi come le gallerie, il Museo Nazionale Svizzero, il Kunsthaus, il Museo Rieteberg, il Museo Migros, la Kunshalle Zürich, il Museo delle Arti figurative, l’Architektur Forum, saranno anche nelle chiese, i palazzi, i quartieri Zürich West e Sihlcity, un’esplosione d’arte che sarà resa ancora più deflagrante da due appuntamenti unici nel nuovo anno: il centenario della nascita del movimento DADA e la Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea Manifesta.

Gli artisti del movimento Dada, a lungo disconosciuti, sono stati moloto spesso associati a umorismo e ironia, caos e follia. Durante la Prima Guerra Mondiale, nella neutrale Zurigo la corrente propaga disordine e anche confusione, gettando la città nello scompiglio. Non ben visto dagli svizzeri perbene di allora, il movimento artistico si diffonde nel mondo e in occasione del il suo 100° Anniversario ritornando a Zurigo, partendo proprio dal mitico Cabaret Voltaire, per invadere nel 2016 tutta la città.

Inoltre, per tutta l’estate e per 100 giorni, Zurigo andrà ad ospitare la Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea Manifesta 11 la cui missione sarà affrontare argomenti culturali e topografici dal punto di vista artistico. Per questa ragione, come curatore di questa edizione è stato scelto Christian Jankowski, esponente di videoarte e arte concettuale. Il suo progetto dal titolo “What People Do For Money: Some Joint Ventures”, proiettato direttamente su un palco in riva al Lago appositamente allestito, pone al centro dell’attenzione “professioni e lavoro” un tema adatto all’operosa e dinamica città di Zurigo. Inoltre anche Manifesta renderà omaggio al centenario di DADA con appuntamenti appositamente pensati in onore al Movimento e alla città.

Ci apprestiamo a vivere un 2016 estremamente importante per la città: il centenario di DADA e la biennale Manifesta vanno ad implementare la nostra offerta culturale già molto ricca, afferma Martin Sturzenegger, Direttore di Zurigo Turismo. Inoltre, durante il nuovo anno, continua e si rafforza sempre più la nostra sinergia con l’Italia e in particolare con Milano: dopo EXPO 2015, il 2016 ci avvicinerà ulteriormente grazie all’apertura del tunnel di base del Gottardo. Per questi motivi il nostro buon proposito per il nuovo anno è quello di poter ricambiare l’ottima ospitalità ricevuta durante EXPO invitando tutti gli italiani a visitare Zurigo per il 2016!”


Per maggiori informazioni: www.zuerich.com
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...