martedì 19 marzo 2019

Ames, a IMM Cologne 2019: Killa

Debutto all’IMM 2019: la Designer Pauline Deltour non sarà la sola a celebrare con ames il proprio debutto alla fiera del mobile di Colonia. Anche i suo specchi da parete di nome Killa saranno presentati per la primissima volta ed esposti presso lo stand di ames. Killa è disponibile in due versioni di colore e dimensioni ed è realizzato a mano con la palma Iraca, famosa per i cappelli Panama.

Specchio specchio delle mie brame, questo è uno dei più belli del reame: con Killa Ames si dedica per la prima volta agli specchi da parete come degli accessori d’arredamento particolari. Questi vengono intessuti con un pregiato lavoro manuale utilizzando le fibre della palma Iraca. Disponibile in due versioni, tondo con bordo largo e ovale con un bordo più stretto, Killa colpisce grazie alla sua forma unica. I più audaci oseranno con la versione di Killa in moreno scuro e cucitura blu in contrasto, i più discreti si affideranno alla combinazione chiara in blanco con cucitura rosa.


Nariño, una provincia nel sudovest della Colombia. Qui il lavoro con l’Iraca , un materiale naturale, ha ancora un ruolo importante: i prodotti che se ne ricavano sono famosi anche a livello internazionale. Con questo materiale indeformabile gli abitanti dei comuni di Linares, Pasto, Sandoná e La Cruz, oltre ai cappelli tessono anche borse, portamonete, ornamenti e pezzi unici personalizzati. Una fonte di ispirazione per Pauline Deltour, che è rimasta subito affascinata dal materiale e dalla tecnica.

Le condizioni giuste del clima e del terreno sono indispensabili per la coltivazione dell’Iraca: ogni nuova foglia che spunta e che si apre influisce sull’altezza della pianta stessa. Le foglie hanno una lunghezza compresa tra 40 e 120 cm e sorreggono fiori con un diametro da 15 a 30 cm.

Per poter creare la materia prima Iraca , gli artesanos devono eseguire fasi di lavoro molto impegnative: innanzitutto raccolgono le foglie, poi rimuovono i germogli e i piccioli, infine i piccioli vengono sminuzzati, cotti, lavati e sbiancati. Come strumenti di lavorazione gli artesanos utilizzano machete e aghi; è importante usare una punta sottile per le robuste foglie di palma.

Comincia poi il processo di colorazione: le fibre vengono colorate in modo naturale utilizzando semi, foglie, noci e radici. Vengono utilizzate in parte anche sostanze minerali per ottenere tonalità di colore diverse. Dopo il processo di colorazione le fibre vengono fatte sgocciolare e devono asciugare per diversi giorni. Solo allora gli artesanos possono lavorare il materiale. I diversi oggetti vengono poi tessuti a mano; gli strumenti utilizzati sono pinzette, aghi e pinze. Tecnicamente i diversi oggetti in Iraca sono lavorati allo stesso modo, la differenza risiede nel tipo di cucitura: qui sono possibili diverse varianti.

Per maggiori informazioni: www.amesliving.de




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...