venerdì 17 febbraio 2017

LaPalma, a ImmCologne2017

Linee pulite ed allo stesso tempo essenziali, eleganza minimale e anche prodotti che sono caratterizzati da una tecnica produttiva che è volta all’eccellenza. Ma non solo. Per la sua presenza a Colonia, Lapalma svela un’anima più calda, con delle proposte che, pur soddisfacendo le esigenti richieste degli ambienti contract, sono pronte ad arredare raffinati Interior contemporanei.

In uno scenario che ci vede spendere molto del nostro tempo lontani dalle mura domestiche, gli spazi dedicati alla collettività che si orientano verso delle soluzioni connotate dal comfort; atmosfere calde, intime o aperte all’incontro sociale, dove sentirsi sempre a proprio agio, come a casa.


Cadono le barriere tra gli ambiti di progettazione, nascono prodotti sempre più “crossover”, una trasversalità che Lapalma, specializzata nel segmento contract, industrializza mettendo a punto sistemi flessibili e anche modulari che sanno integrarsi perfettamente all’architettura esistente. Un percorso che è iniziato nel 2014 con ADD, il pluripremiato sistema versatile di sedute componibili - base con telaio in profili di alluminio estruso uniti tramite piastre d’acciaio - firmato da Francesco Rota, e che continua oggi con alcune delle più recenti novità presentate a ImmCologne.

Caratterizzato da un soffitto nero che da profondità agli ambienti e da due pareti divisorie centrali in rovere e lamiera forata, lo Stand Lapalma punta sulla matericità, per presentare il côté più caldo del marchio e le nuove proposte. Innanzitutto l’ampliamento del sistema ADD, con l’ideazione del tavolo ADD T e degli elementi contenitori ADD S.

Composto da un profilo di alluminio estruso e gambe in pressofusione, ADD T ha una gamba ad angolo che va ad unire i profili a 90° mentre quella centrale gli permette di unire più tavoli tra loro. Nascono così varie soluzioni, come quella rettangolare con gamba a T bianca e top in rovere, perfetta per un soggiorno dal gusto nordico, o quella quadrata nera con top in frassino nero dal sapore tutto contemporaneo, entrambe presentate a immCologne.

Distinto, come il seating system, dalla versatilità compositiva, ADD S vi permette di combinare moduli in metallo da 90 cm disponibili in tre differenti altezze e 45 cm di profondità. La bi-frontalità dell’elemento contenitore gli permette il più libero posizionamento, mentre le varie possibilità di poter personalizzare delle ante che fanno di ADD S un elemento sempre diverso. Come dimostrano dalle tre composizioni che sono state scelte per ImmCologne: 3 moduli che combinati sullo stand in maniera differente, mostrano le infinite possibilità offerte dal sistema.

A Colonia anche il sistema UNO di Francesco Rota. Un’unica seduta per diversi schienali, rivestimenti e finiture che danno origine ad una variegata gamma di proposte: dalla poltrona executive, alla seduta lounge fino alla seduta per gli ospiti, proposta a ImmCologne per la zona soggiorno con rivestimento in tessuto verde scuro.

Tra le ultime novità anche il pannello divisore SCREEN di Francesco Rota. Vero e proprio elemento d’arredo, proprio grazie all’innata modularità, che viene ottenuta da un sistema di calamite, e alla varietà di finiture proposte SCREEN punta sulla personalizzazione, per ricreare in spazi comuni o domestici un angolo d’intimità.

Diviso in 7 zone, disposte intorno ad una caffetteria/reception centrale arredata con tavolini Fork e sgabelli Miunn all black, lo Stand progettato da Francesco Rota, direttore artistico di Lapalma, alterna aree pranzo, soggiorno, salotto e anche zone informali, dove alcuni classici del marchio sono reinterpretati con nuovi rivestimenti o composizioni che strizzano l’occhio all’ambiente casa.

Come le sedie Olo e Cut di Francesco Rota, quest’ultima proposta per la prima volta in morbida Alcantara®, il già citato seating system ADD, presentato in due varianti per la zona salotto, la poltrona Auki di Hee Welling, più calda con la base in rovere, i colorati pouf Kipu di Anderssen & Voll e i tavolini materico Jey di Francesco Rota, regolabile in altezza Yo di Romano Marcato e Auki perfetti per servire le zone lounge e non solo.

Infine, le sedute alte: gli sgabelli Giro di Fabio Bortolani - dalla forma archetipa, girevoli e regolabili in altezza, qui proposti per la cucina in abbinamento al tavolo alto Panco di Romano Marcato - e Miunn di Karri Monni, caratterizzati dalla iconica forma a guscio, in legno, avvolgente.

Tante proposte, per connotare la casa con la sobria essenzialità firmata Lapalma.

Per maggiori informazioni: www.lapalma.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...